Pubblicato il Lascia un commento

Abiti da damigella: do e don’t da tenere a mente

Abiti da damigella: do e don’t da tenere a mente

In Italia per molto tempo non si è vista la figura della damigella ma grazie anche ai film  e ai programmi TV oltre alla figura dei testimoni fanno capolino anche le damigelle.

La sposa può scegliere una o più damigelle per farsi accompagnare all’altare ma anche per farsi aiutare nell’organizzazione delle nozze. A diventare damigelle e damigella d’onore sono soprattutto le amiche più care della sposa ma talvolta anche

parenti; nonostante il forte legame la competitività tra donne può creare disguidi e malumori che la sposa non può proprio affrontare: ecco quindi alcuni consigli di do e don’t da tenere a mente per la scelta degli abiti da damigella.

Le damigelle hanno un ruolo importante nei matrimoni di oggi, posizionate accanto ai testimoni dopo l’ingresso alla navata sono vere e proprie ancelle della sposa che l’assistono non solo nel giorno della cerimonia ma anche nell’organizzazione.

La prima regola che vi sveliamo oggi è il numero perfetto di damigelle: secondo il galateo non si dovrebbero mai superare le 8 persone ma normalmente ci si attesta tra le 3 e le 5.

Abiti da damigella: deve adattarsi allo stile del matrimonio

Tra gli elementi della discordia ci sono gli abiti da damigella, frequentemente le spose e le ragazze prescelte non riescono proprio ad accordarsi ma in aiuto arriva il galateo che stabilisce alcune regole: la prima è lo stile degli abiti da damigella che devono adattarsi alla cerimonia, allo stile del matrimonio e ovviamente a quello della sposa che dovrà essere la protagonista assoluta della giornata.

Quanto devono essere lunghi gli abiti da damigella secondo il galateo:

Il galateo si esprime anche in proposito della lunghezza: è fondamentale che l’abito della damigella non sia mai volgare e soprattutto che non faccia sfigurare la sposa.

Ciò ovviamente non significa che la damigella indosserà abiti che non la valorizzino ma viene spesso preferito un abito lungo in tessuti leggeri e colorati anche se talvolta sono accettati anche abiti corti, purché arrivino al ginocchio o poco sopra.

Abiti da damigella: devono indossare tutte lo stesso abito?

Gli unici colori attualmente vietati secondo il galateo sono il bianco e il nero ma come sempre sono le spose a dettare effettivamente le regole; tra le scelte più tradizionali c’è l’utilizzo di modelli uguali sia nel taglio che nel colore ma talvolta la sposa si dimostra comprensiva e sceglie solo il colore, lasciando che le damigelle possano sentirsi a proprio agio con un taglio di

abito che le valorizzi davvero.

Errori da evitare per gli abiti da damigella

Molte volte le spose, prese dalle incombenze, si fidano delle damigelle e lasciano a loro l’onore di scegliere il proprio abito. Nonostante il gesto estremamente carino da parte della protagonista della festa è bene non approfittarsene, per non sbagliare è fondamentale seguire il galateo e alcuni consigli forniti da grandi esperti di eleganza.

Il primo don’t è sicuramente l’abito bianco: salvo indicazioni diverse date direttamente dagli sposi nessuno dovrà indossare l’abito bianco oltre alla sposa. Capiamo che i matrimoni possono essere l’occasione per fare nuove conoscenze ma è bene risultare  sempre eleganti: assolutamente vietati sono gli abiti troppo attillati, eccessivamente scollati o esageratamente corti.

E’ scontato che la sposa è la vera protagonista del matrimonio , quindi cosigliamo alle fortunate migliori amiche o sorelle che sono state scelte dalla sposa come damigelle o damigelle d’onore di adeguarsi alle regole di galateo che impongono  il savoire faire.

Per ricevere maggiori suggerimenti e conisigli di stile, potrai rivolgerti all’esperta di moda, attraverso una video-chiamata gratuita potrà aiutarti a non sbagliare ed essere perfetta per l’evento speciale!

abiti da damigella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *